Immagine di testata di Zampa di Cane

 

SALUTE DEL CANE Bronchite cronica nel cane, quali sono i sintomi e come si cura


La bronchite cronica nel cane è una malattia dell’apparato respiratorio che colpisce indistintamente i cani di ogni razza, età, sesso e dimensioni. I cani anziani, però, sono considerati la categoria più a rischio di contrarre questa malattia che consiste in un’infiammazione, più o meno grave, dei bronchi. Non si conoscono le cause precise dell’insorgenza della bronchite cronica, ma, si pensa che tra i responsabili ci siano il fumo delle sigarette, le polveri presenti in casa, l’inquinamento atmosferico e nei casi più gravi le infezioni alle vie aeree. Tutti questi fattori possono determinare un’infiammazione dei bronchi che, se non curata per tempo, si trasforma in cronica. Per essere considerata cronica la bronchite deve persistere per almeno due mesi nonostante le cure.

Sintomi della bronchite cronica dei cani
Tra i sintomi più caratteristici ed evidenti della bronchite cronica c’è la tosse. In questo caso la tosse è secca e si manifesta solo quando il cane è eccitato o sta svolgendo attività fisica. In alcuni casi la tosse nel cane può portare anche conati di vomito e l’emissione di saliva schiumosa. La bronchite cronica se non curata in maniera adeguata può avere gravissime ripercussioni sulla salute dell’animale. L’accumulo di muco infetto e di pus nei bronchi, infatti, può causare un enfisema polmonare e la bronchiectasia, due malattie irreversibili che possono portare anche alla morte del cane. La diagnosi precoce della bronchite cronica nel cane è fondamentale per evitare queste conseguenze.

Curare la bronchite cronica canina
La terapia per la cura della bronchite cronica nei cani prevede un trattamento farmacologico a base di cortisone, farmaci broncodilatatori come la teofillina o il salbutamolo e in caso di infezione batterica è previsto l’utilizzo anche di antibiotici. Alla terapia farmacologica va affiancata, poi, una bonifica dell’ambiente in cui vive il cane dal quale devono essere eliminati tutti gli agenti inquinanti che possono causare irritazione alle vie respiratorie, come ad esempio polvere, fumi, detersivi, disinfettanti. Bisogna inoltre ridurre le cause scatenanti della tosse come l’eccessivo eccitamento e l’attività fisica.